menu

Quantica presenta NovoJet, la nuova tecnologia di stampa 3D multimateriale

Pubblicato il 5 Settembre 2023 da Nunzia A.
quantica

Quantica è una startup di stampa 3D che spera di reinventare il Material Jetting, concentrandosi in particolare su materiali versatili e ad alte prestazioni. All’inizio di quest’anno, la notizia del successo del finanziamento di serie A dell’azienda ha fatto notizia nel settore della stampa 3D e ha aperto la strada al lancio dell’atteso sistema aperto NovoJet C-7 e all’espansione del team. Tra i nuovi arrivi c’è Sebastian Fritz, un volto noto del settore, che ora dirige i canali di vendita e le operazioni con i clienti. In questa intervista abbiamo il privilegio di conoscerlo e di discutere con lui delle prospettive dell’azienda e dei suoi entusiasmanti progetti futuri.

3DN: Ciao! Puoi presentarti e raccontarci del tuo legame con la stampa 3D?

Mi chiamo Sebastian Fritz, sono entrato in Quantica nell’aprile del 2023 e attualmente sto costruendo il reparto Operazioni Clienti. All’inizio degli anni 2010 ho viaggiato negli Stati Uniti come consulente di gestione. Ho visto innumerevoli fabbriche e impianti di produzione e ho potuto sperimentare in prima persona come vengono realizzati i prodotti.

Sebastian Fritz von Quantica

Sebastian Fritz, ex Formlabs, ora in Quantica come responsabile dei canali di vendita e delle operazioni con i clienti.

Nel 2014, sono entrato in contatto con Formlabs. All’epoca era ancora una piccola startup di Somerville, nel Massachusetts, e aveva appena lanciato la Form 1, la prima generazione della sua stampante 3D SLA. Ho capito subito che dovevo farne parte, perché la stampa 3D sta cambiando radicalmente il modo di progettare e realizzare i prodotti. Così mi sono unito all’azienda e ho creato il reparto di assistenza e altre aree. È stata una grande esperienza ed è stato incredibile passare da 40 a 700 dipendenti e generare un fatturato di oltre 200 milioni di dollari. Dopo circa sette anni in Formlabs e un breve periodo nell’elettronica di consumo, sono molto felice di essere tornato nel settore della produzione additiva.

3DN: Come è nata Quantica e come sei entrato a far parte dell’azienda?

La storia del mio ingresso in azienda è iniziata in realtà un po’ prima di me. I primi colloqui sono avvenuti nel 2019, quando Quantica contava solo 9 dipendenti. Non ha funzionato allora, ma siamo rimasti in contatto e questa volta il momento era giusto. Attualmente abbiamo un team di oltre 50 persone, con sede centrale a Berlino e uffici a Barcellona e Cambridge, nel Regno Unito.

Per quanto riguarda l’azienda stessa, Quantica ha sviluppato una nuova tecnologia di jetting chiamata NovoJet che ci permette di stampare materiali ad altissima viscosità. Fino ad ora non era possibile stampare a getto questi materiali, mentre ora si apre un mondo completamente nuovo di possibilità: una vera e propria stampa 3D multifunzionale e multimateriale. Con la nostra tecnologia, la stampa di prodotti completamente funzionali da materiali diversi è una realtà. La cosa migliore è che le nostre testine di stampa possono essere utilizzate anche nelle stampanti 2D tradizionali, consentendo un livello di produzione completamente nuovo. È ora possibile stampare tracce conduttive nei pannelli delle portiere delle automobili o stampare e smaltare le piastrelle in un’unica fase di produzione.

3DN: Quali tecnologie e materiali sono particolarmente rilevanti per i vostri obiettivi?

Diverse tecnologie e materiali sono importanti per raggiungere i nostri obiettivi. Il nostro obiettivo è utilizzare le capacità della nostra testina di stampa NovoJet per stampare materiali che non possono essere stampati con nessun’altra tecnologia. In sintesi, se un materiale può essere stampato con le tecnologie SLA (Stereolitografia) o DLP (Digital Light Processing), la nostra testina di stampa è in grado di stamparlo a getto e non solo!

Un vantaggio fondamentale della nostra tecnologia è la capacità di gestire materiali altamente viscosi. Questa caratteristica ci offre flessibilità nella produzione di componenti funzionali, la produzione di pezzi con proprietà migliori e un’efficienza molto più elevata nel processo di produzione. A differenza delle testine di stampa convenzionali, che in genere possono gestire fluidi con una fluidità di circa 20 mPas, la nostra testina di stampa NovoJet con 380 mPas consente una viscosità molto più elevata per una gamma più ampia di materiali.

3DN: Quali sono i piani futuri di Quantica?

Attualmente, il nostro obiettivo principale è quello di completare lo sviluppo della prima generazione della nostra testina di stampa NovoJet e della nostra stampante NovoJet C-7. Questa stampante è dotata di sette diverse testine di stampa e verrà rilasciata come sistema aperto. In questo modo i nostri clienti avranno libera scelta dei materiali, il che consentirà loro di sperimentare la stampa 3D multimateriale.

Prevediamo di iniziare le spedizioni alla fine dell’anno e stiamo attualmente accettando i preordini. Inoltre, prevediamo di lanciare un altro sistema con materiali sviluppati e testati da noi alla fine del 2024. Con questo sistema vogliamo garantire una qualità di stampa e un’esperienza d’uso ottimali. Inoltre, abbiamo una collaborazione in corso con un’azienda leader nel settore dentale, con la quale stiamo lavorando attivamente allo sviluppo di una stampante dentale.

Quantica NovoJet C-7

La consegna dei primi modelli di NovoJet C-7 con 7 testine di stampa è prevista per la fine del 2023.

3DN: Cosa ti entusiasma di più dei progetti di Quantica?

Come ho detto, ho l’impressione che Quantica sia in grado di offrire ciò che il mercato si aspetta da tempo dalla stampa 3D: la stampa multimateriale, non solo la stampa 3D in diversi colori. Inoltre, è incredibile vedere la reazione delle persone quando tengono in mano una stampa come questa per la prima volta. A Quantica, stiamo aprendo una porta completamente nuova per la produzione.

Il nostro dipartimento di chimica sperimenta costantemente nuovi materiali. Di recente, i colleghi sono riusciti a stampare con una lega liquida che è conduttiva e può essere utilizzata, ad esempio, per la robotica morbida o l’elettronica estensibile. Questo potrebbe sostituire cavi ed elettrodi. Immaginate un po’: i cavi potrebbero essere stampati direttamente in un oggetto. Potrebbe essere una vera e propria svolta!

3DN: Un’ultima parola per i nostri lettori?

Abbiamo appena iniziato a scoprire le possibilità offerte dalla nostra tecnologia. Chiunque sia interessato a saperne di più su Quantica o sulla nostra tecnologia mi contatti! Come già detto, stiamo accettando i preordini, ma siamo anche sempre alla ricerca di nuovi partner con cui continuare a spingerci oltre i confini del possibile. Per maggiori informazioni su Quantica: QUI.

Cosa ne pensi di Quantica? Faccelo sapere lasciando un commento sui nostri social Facebook e LinkedIn. Trovi tutti i nostri video sul nostro canale YouTube! Non dimenticare di iscriverti alla nostra Newsletter settimanale per ricevere tutte le notizie sulla stampa 3D direttamente nella casella di posta!

*Crediti per tutte le foto: Quantica

Lascia un commento

de_DEen_USes_ESfr_FRit_IT
Resta aggiornato
Ricevi ogni mercoledì un riassunto delle ultime notizie dal mondo della stampa 3D.

3Dnatives is also available in english

switch to

No thanks