menu

Come sbloccare la produzione additiva per applicazioni industriali grazie al Vapor Smoothing

Pubblicato il 20 Aprile 2022 da Mélanie W.
vapor smoothing

Qualsiasi industria o settore possiede una serie di standard obbligatori da soddisfare per garantire il corretto funzionamento di determinate parti, sistemi o servizi. L’aumento della produzione additiva in molti campi ha portato alla necessità di controllare le proprietà delle parti stampate in 3D, sia in termini di prestazioni che di biocompatibilità. Per soddisfare questi severi requisiti, la post-produzione delle parti grezze realizzate con produzione additiva è fondamentale. Questi passaggi eliminano le imperfezioni e aiutano gli utenti a ottenere la finitura desiderata o richiesta dagli standard. Sono quindi emerse diverse soluzioni di post-produzione volte ad aiutare le parti stampate in 3D a soddisfare le certificazioni per diverse applicazioni, consentendo loro di competere direttamente con i processi tradizionali, come lo stampaggio a iniezione.

Che si tratti della realizzazione di protesi, tamponi nasali, apparecchi odontoiatrici o caschi medicali, il settore sanitario, tra gli altri, è uno dei più esigenti in termini di qualità dei componenti, sicurezza e prestazioni. Nel mercato della produzione additiva esistono numerosi metodi di post-produzione che a prima vista offrono le finiture lisce necessarie per questo tipo di applicazioni. Tuttavia, il problema risiede nei canali interni del pezzo, che sono ancora esposti, intrappolando potenzialmente i batteri e contaminando il processo produttivo. La soluzione di AMT è un sistema di post-produzione automatizzato, chiamato Vapor Smoothing, che fornisce una finitura superficiale liscia e sigillata per le parti stampate in 3D. Questo metodo di post-produzione permette alle parti di superare diversi test che dimostrano che esse soddisfano gli standard e le normative per le applicazioni industriali in numerosi campi.

Crediti foto: ZiggZagg/AMT

Come funziona il Vapor Smoothing?

Per capire come è possibile raggiungere gli standard con le parti stampate in 3D nei settori più esigenti, come quello medico, dentale e automobilistico, è in primo luogo necessario analizzare come funziona la tecnologia. Il metodo di Vapor Smoothing sviluppato da AMT sospende lotti di parti in una camera di lavorazione sigillata, in cui una miscela di solventi proprietaria viene introdotta sotto forma di vapore in un sistema a circuito chiuso. Il vapore entra in contatto con le parti sigillandole ed eliminandone le irregolarità superficiali. Eliminando i siti soggetti a possibili crepe, il Vapor Smoothing sigilla completamente la superficie, determinando un aumento dell’allungamento a rottura senza perdita di resistenza nella trazione finale.

Questo processo può essere utilizzato per ottenere la rugosità superficiale desiderata nelle parti create utilizzando tecnologie di produzione additiva come SLS, Multi Jet Fusion (MJF), Selective Absorption Fusion (SAF) e Fused Deposition Modeling (FDM). In termini di materiali, le soluzioni di AMT sono compatibili con un’ampia gamma di polimeri, tra cui poliammidi (PA12, PA11 e PA6), materiali flessibili come TPU e materiali più standard come l’ABS, tra gli altri.

Oltre ad essere altamente controllabile e ripetibile, il sistema di Vapor Smoothing di AMT consente di levigare geometrie complesse senza influire sulle proprietà meccaniche. Inoltre, ha una serie di vantaggi che consentono agli utenti di sbloccare ancora più applicazioni per parti stampate in 3D nei settori avanzati. Ad esempio, consente di sigillare le superfici contro l’ingresso di liquidi e gas. Ciò impedisce l’accumulo di batteri e aumenta la sterilizzazione del pezzo. La levigatura della superficie ha anche ulteriori vantaggi. In particolare, è importante per le parti che verranno a contatto con la pelle, come protesi, tamponi nasali, applicazioni dentali, ecc.

Crediti foto: ZiggZagg/AMT

Oltre ai soli vantaggi della levigatura, questa tecnologia aumenta anche le proprietà meccaniche delle parti, rendendole più durevoli, funzionali e più resistenti alla rottura, aumentandone la durata di vita. Allo stesso tempo migliora l’estetica complessiva delle parti senza intaccare il peso finale o generare variazioni dimensionali.

Test di standard e qualifiche per parti stampate in 3D

Per implementare parti stampate in 3D in determinati settori, è necessario effettuare valutazioni per garantire che i componenti siano compatibili e sicuri per la loro specifica applicazione. In questo caso, per dimostrare il successo di questo metodo di post-produzione, sono stati condotti test di compatibilità su parti stampate in 3D rifinite con la tecnologia di Vapor Smoothing di AMT. All’interno del settore medico e dentale, questi componenti hanno superato con successo varie certificazioni relative al contatto con la pelle, alla citotossicità e ai test antibatterici. Questi test di prestazioni sono impegnativi e complessi, e richiedono molti controlli e certificazioni, al fine di garantire la sicurezza del paziente.

Crediti foto: AMT

Anche industrie come quella automobilistica e alimentare hanno testato parti sottoposte a post-produzione con Vapor Smoothing. In particolare, l’industria automobilistica ha superato con successo i test di infiammabilità delle parti realizzate in PA12. È importante sottolineare che i sistemi di post-produzione di AMT sono conformi a tutti gli standard di sicurezza e igiene industriale in applicazioni impegnative, da quelle mediche e dentistiche, dai prodotti di consumo agli alimenti. Inoltre non utilizzano miscele di acidi corrosivi ed esplosivi nella macchina, riducendo così al minimo qualsiasi altro potenziale pericolo.

Le applicazioni altamente regolamentate rimangono al centro di molti settori che negano ancora oggi il potenziale della stampa 3D. La nuova tecnologia di Vapor Smoothing di AMT consente di sbloccare l’implementazione della produzione additiva anche nei settori più esigenti, soddisfacendo ogni tipo di certificazioni. Per saperne di più su questo metodo di post-produzione, visita il sito web di AMT QUI.

Lascia un commento

de_DEen_USes_ESfr_FRit_IT
Resta aggiornato
Ricevi ogni mercoledì un riassunto delle ultime notizie dal mondo della stampa 3D.

3Dnatives is also available in english

switch to

No thanks