menu

I nuovi materiali di Meltio consentono applicazioni in una gamma più ampia di settori industriali

Pubblicato il 6 Settembre 2022 da Nunzia A.
meltio

Meltio, produttore internazionale di soluzioni 3D in metallo con sede in Spagna e negli Stati Uniti, ha annunciato il lancio di quattro nuovi materiali, l’acciaio inossidabile 17-4PH, l’acciaio per utensili H11, il nichel 625 e l’invar, come parte della sua gamma di materiali per fili metallici. Questi materiali sono stati progettati per aiutare gli utenti ad ampliare le applicazioni, in quanto sono stati ottimizzati per l’uso con le soluzioni Meltio. La mossa non solo dimostra la maturità della tecnologia LMD di Meltio, ma si prevede anche che contribuirà a spingere l’adozione della stampa 3D a metallo.

All’inizio di quest’anno, Meltio ha lanciato la sua prima gamma di materiali. Questi sono stati progettati per essere ottimizzati per l’uso con le soluzioni del produttore, ovvero la stampante 3D Meltio M450, il Meltio Engine CNC Integration et il Meltio Engine Robotic Integration, prodotti già adottati da importanti operatori del settore, tra cui Phillips. Le soluzioni Meltio sono state ampiamente testate in condizioni controllate con l’obiettivo di garantire proprietà comprovate dei pezzi e parametri di stampa ottimizzati. La prima serie si è concentrata sui metalli più comuni utilizzati con la tecnologia Meltio, ovvero l’acciaio inox 316L, l’acciaio inox 308L, l’acciaio dolce ER70S, il titanio 64 e il nichel 718. Con quest’ultima versione, l’azienda mira a soddisfare le esigenze di un pubblico ancora più vasto e a consentire applicazioni più specializzate.

Meltio ha mantenuto un sistema di materiali aperto per facilitare l’adozione della stampa 3D a metallo. (Crediti foto: Meltio)

Per lo sviluppo dei materiali, Meltio si è concentrata sul filo metallico, poiché i suoi sistemi utilizzano la tecnologia LMD (Laser Metal Deposition). Si tratta di un processo di Direct Energy Deposition (DED), il che significa che una fonte di energia focalizzata, in questo caso proveniente da diversi laser, viene utilizzata per fondere il materiale depositato mentre passa attraverso l’ugello. Questa tecnologia ha guadagnato popolarità negli ultimi anni grazie alla sua flessibilità e ai vantaggi dell’utilizzo dei fili rispetto alla polvere. In particolare, sono più sicuri, più puliti e più facili da maneggiare rispetto a molte polveri e sono spesso considerati sostenibili, il che rappresenta un vantaggio quando la produzione additiva in generale viene pubblicizzata come un modo per affrontare le crescenti preoccupazioni ambientali.

Cosa possiamo aspettarci dai nuovi materiali Meltio?

La scelta di sviluppare questi quattro materiali è stata determinata dall’interesse degli utenti, Meltio ha scelto quelli più richiesti dai suoi clienti. L’obiettivo era offrire profili di stampa ottimizzati per le stampanti 3D del produttore. Così facendo, si riducono gli errori di stampa, si facilita il processo di stampa e gli utenti possono avere proprietà garantite dei pezzi, un’esigenza fondamentale in settori con requisiti elevati.

Infatti, dei quattro materiali scelti, tre sono ideali per le applicazioni aerospaziali. Meltio SS17-4PH presenta una durezza molto più elevata rispetto alle offerte precedenti, oltre a un’eccellente resistenza alla corrosione e proprietà meccaniche. Si tratta di un acciaio inossidabile comunemente utilizzato e consentirebbe agli utenti di passare alla produzione additiva nei settori petrolio & gas, aerospaziale, energetico e della difesa. Meltio ToolSteelH11 è invece un acciaio a base di cromo utilizzato per gli utensili per la sua resistenza agli urti. Viene spesso utilizzato per la lavorazione a caldo degli utensili e per le applicazioni aerospaziali. Anche Meltio Invar è indicato per applicazioni aerospaziali poiché ha un coefficiente di dilatazione estremamente basso, da -250°C a circa 200°C. In parole povere, ciò significa che non si espande quando viene riscaldato, il che lo rende una scelta adatta per le applicazioni ad alta temperatura, tra cui anche le apparecchiature di misura e gli stampi.

meltio

Questa nuova gamma di materiali è particolarmente interessante per i settori più esigenti, come quello aerospaziale. (Crediti foto: Meltio)

L’ultimo materiale è Meltio Nickel 625. Secondo l’azienda, si tratta di una superlega a base di nichel, scelta per le sue eccellenti proprietà meccaniche in un ampio intervallo di temperature. Ha anche una buona saldabilità. Questo aspetto è particolarmente importante per una soluzione DED, in quanto il materiale è molto utile per la riparazione di componenti che operano ad alte temperature o che richiedono una maggiore protezione contro la corrosione.

Quali sono i prossimi sviluppi?

Per il momento, sembra che Meltio stia valutando un’ulteriore espansione dei materiali per i suoi sistemi proprietari. L’azienda ritiene infatti che mantenendo una piattaforma di materiali aperta e disponendo della propria gamma di materiali Meltio, gli utenti saranno in grado di trarre vantaggio da entrambi, dimostrando la maturità della propria tecnologia LMD wireframe. Ángel Llavero, CEO di Meltio, ha aggiunto: “Con il lancio di questi nuovi materiali Meltio, intendiamo rafforzare la nostra posizione di OEM leader nel settore LMD che privilegia l’uso del filo rispetto alla polvere grazie ai suoi numerosi vantaggi. Intendiamo continuare ad ampliare la nostra selezione in base alle richieste dei nostri utenti, mantenendo al contempo una piattaforma di materiali aperta per coloro che desiderano spingersi oltre e sperimentare con materiali diversi.

Per saperne di più su questo lancio, clicca QUI.

meltio

L’azienda afferma che questi nuovi materiali dimostrano la maturità della produzione additiva a metallo. (Crediti foto: Meltio)

Cosa ne pensi dei nuovi materiali Meltio? Faccelo sapere nei commenti o sui nostri canali social Facebook, Twitter, LinkedinYouTube! Non dimenticare di iscriverti alla nostra Newsletter settimanale per ricevere tutte le notizie sulla stampa 3D direttamente nella tua casella di posta!

Crediti foto copertina: Meltio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

de_DEen_USes_ESfr_FRit_IT
Resta aggiornato
Ricevi ogni mercoledì un riassunto delle ultime notizie dal mondo della stampa 3D.

3Dnatives is also available in english

switch to

No thanks