menu

#Startup3D: Carcinotech stampa tumori in 3D per far avanzare la ricerca sul cancro

Pubblicato il 7 Settembre 2023 da Nunzia A.
carcinotech

Nonostante i progressi della ricerca, il cancro è ancora una delle principali cause di morte a livello mondiale e si stima che solo nel 2020 abbia causato il decesso di una persona su sei. È per questo motivo che la ricerca di nuove terapie è così importante. Tuttavia, i progressi possono essere lenti, non permettendo ai pazienti attuali di trarre vantaggio dalle nuove innovazioni. La startup Carcinotech ha cercato una soluzione al problema, utilizzando il 3D bioprinting per creare tumori che possono essere utilizzati per individuare trattamenti personalizzati per ogni paziente. Abbiamo parlato con l’amministratrice delegata e fondatrice, Ishani Malhotra, per saperne di più sull’azienda, sulla sua tecnologia e sul ruolo della stampa 3D nell’assistenza sanitaria.

3DN: Può presentarsi e raccontare il tuo legame con la stampa 3D?

Mi chiamo Ishani Malhotra, sono CEO e fondatrice di Carcinotech. Ho dieci anni di esperienza nel campo dell’oncologia e della ricerca sulle cellule staminali e ho conseguito una laurea presso l’Università di Edimburgo e un certificato di specializzazione presso la Harvard Medical School. Prima di lanciare Carcinotech, ho lavorato anche presso le Censo Biotechnologies, gli ospedali HCG Oncology, l’Institute of Cytology and Preventative Oncology e Stempeutics. Sono stato inserita tra i finalisti regionali del premio Institute of Directors Scotland 2021 come Direttore dell’anno e ho vinto diversi premi a livello nazionale e internazionale. Di recente sono stata riconosciuta come una delle 35 Rising Stars da Scottish Business Insider sotto i 35 anni, ho vinto il premio AccelerateHer 2022 per la scienza e la tecnologia medica e il premio Imprenditrice femminile dell’anno dei The Scottish SME Business Awards 2022.

Ishani Malhotra, CEO di Carcinotech, con il suo team.

Carcinotech, nel dettaglio, è un’azienda MedTech specializzata nella produzione di tumori viventi stampati in 3D utilizzando biopsie derivate da pazienti, cellule primarie, cellule immunitarie e cellule staminali del cancro. I modelli di Carcinotech forniscono una piattaforma per lo screening rapido, etico e accurato dei farmaci e per i test preclinici e di medicina personalizzata. Ad oggi, abbiamo stabilito importanti partnership internazionali per portare avanti la visione di Carcinotech di fornire piattaforme di test farmacologici personalizzati per aiutare i malati di cancro. Ho anche collaborato con organizzazioni del settore e del mondo accademico, tra cui Cellink (fornitore di bio stampanti 3D e dispositivi medici) e Cancer Research UK, per far progredire la convalida della tecnologia dell’azienda.

3DN: Come è nata Carcinotech? Qual è la vostra missione?

10 anni fa, ho diagnosticato positivamente la leucemia a un giovane ragazzo e sapevo che ci sarebbero voluti 10-15 anni prima che un nuovo trattamento innovativo arrivasse sul mercato e che lui non avrebbe potuto accedere a questa cura nel corso della sua vita. L’OMS stima che il numero totale di casi di cancro raggiungerà i 22 milioni entro il 2030. Ciò significa che milioni di persone perderanno l’opportunità di cure innovative a causa di tecniche imprecise, costose e obsolete utilizzate nella produzione dei farmaci. Volevo sviluppare una tecnologia che affrontasse direttamente questo problema, consentendo ai farmaci antitumorali di arrivare sul mercato più velocemente e rendendo così disponibili a tutti i trattamenti innovativi.

Così, nel 2018, ho fondato Carcinotech sulla base delle mie ricerche presso l’Università di Edimburgo, ottenendo un finanziamento dalla Scottish Enterprise. Con la prova di concetto e i dati di convalida finanziati attraverso le sovvenzioni, ho raccolto il seed round di investimento per commercializzare questa tecnologia e far crescere l’azienda. La missione di Carcinotech è quella di essere all’avanguardia nella sperimentazione di farmaci antitumorali e di fornire test di medicina personalizzata a ogni individuo affetto da cancro per migliorare le sue possibilità di cura e di sopravvivenza.

Carcinotech utilizza il bioprinting per creare tumori per la ricerca sul cancro.

Il nostro team di scienziati esperti effettua ricerche su ciascun tumore specifico, concentrandosi sugli aspetti più rilevanti di quel tipo di cancro, in particolare sui tipi di cellule chiave e sui componenti del microambiente tumorale (TME). In questo modo si determinano i tipi di cellule più importanti che possono essere valutati, quantificati e presi di mira utilizzando i nostri tumori stampati in 3D. La ricerca sull’ECM determina le proteine chiave che incorporiamo come parte della matrice extracellulare (ECM), per garantire la riproduzione completa dell’ECM nel paziente. La ricerca ci assicura di produrre i nostri tumori stampati in 3D con un pannello personalizzato di cellule chiave e di ECM, adattato al tumore in questione.

Successivamente, il processo di bioprinting viene ottimizzato per produrre la metodologia più coerente e accurata, adatta a ciascun tipo di tumore. La nostra offerta per ogni tipo di cancro viene poi sottoposta a rigorosi test di controllo qualità per garantire che i tipi di cellule e i componenti chiave siano mantenuti e rimangano vitali per la sperimentazione dei farmaci. Ogni nuovo tipo di tumore viene poi testato rispetto ai trattamenti standard a cui i pazienti verrebbero sottoposti. Valutiamo questo aspetto per garantire che i nostri tumori stampati in 3D rispondano accuratamente al trattamento nello stesso modo in cui lo farebbe un tumore del paziente. In questo modo siamo certi che i nostri tumori stampati in 3D possano fornire ai nostri clienti dati solidi, affidabili e coerenti.

3DN: Perché Carcinotech utilizza la stampa 3D per creare tumori per la ricerca sul cancro?

Carcinotech è l’unica azienda del nostro settore a utilizzare tumori viventi stampati in 3D per la sperimentazione di farmaci e la ricerca sul cancro. La maggior parte dei nostri concorrenti lavora con modelli 2D e modelli 3D omogenei che non sono rappresentativi dei veri tumori viventi di un paziente. L’uso della biostampa 3D fornisce dati più solidi per lo screening e la sperimentazione dei farmaci, poiché i nostri tumori stampati in 3D sono molto più vicini alla biopsia del paziente. Questa tecnologia è il prossimo passo per far progredire la ricerca sul cancro e portare sul mercato terapie più efficaci e rappresentative.

L’utilizzo della nostra tecnologia offre diversi vantaggi. I nostri tumori stampati in 3D offrono risultati rapidi (entro 14 giorni), si autoformano e sono pronti per i test farmacologici entro 7 giorni dalla stampa. A differenza dei modelli organoidi tradizionali che possono richiedere fino a 90 giorni per essere pronti per il test e sono meno riproducibili. La nostra tecnologia offre tumori stampati in 3D coerenti in formati a rendimento elevato, arricchendo i dati e l’analisi dei farmaci testati, mentre i modelli tradizionali sono ampiamente incompatibili con i formati high-throughput.

Carcinotech's solution

La soluzione di bioprinting di Carcinotech.

Metodi biologicamente più rilevanti per la sperimentazione di farmaci sono fondamentali per trovare nuovi ed efficaci trattamenti per il cancro. L’uso della nostra tecnologia significa che ogni tumore viene stampato utilizzando la nostra ECM personalizzata che corrisponde all’ambiente tumorale originale. I nostri modelli incapsulano l’eterogeneità del tumore di ogni paziente, comprese le sue cellule immunitarie.

L’applicazione della nostra tecnologia alla medicina personalizzata offre a chirurghi e oncologi l’opportunità di testare le opzioni terapeutiche e creare piani di trattamento personalizzati per ogni singolo paziente. Poiché il cancro di ogni paziente è diverso e risponde in modo unico al trattamento del cancro, questo permette di creare terapie su misura che miglioreranno le possibilità di sopravvivenza e la qualità della vita dei pazienti affetti da cancro. Questo potrebbe essere rivoluzionario per il modo in cui trattiamo il cancro, allontanandoci da un approccio che prevede un unico trattamento per tutti. Una sfida commerciale che Carcinotech sta affrontando è l’adozione della nostra tecnologia innovativa nel settore farmaceutico e delle CRO. Grazie alla solidità dei nostri dati, stiamo guadagnando terreno in questi settori.

3DN: Come vede la crescita della stampa 3D in campo medico nei prossimi anni?

La produzione additiva sta già rivoluzionando le pratiche sanitarie in un’ampia gamma di discipline, non solo in oncologia. Dalla produzione di protesi alla creazione di repliche di ossa e organi specifiche per il paziente, l’impatto della stampa 3D sull’assistenza sanitaria e sui pazienti è incommensurabile. L’uso crescente della stampa 3D sta innovando l’assistenza sanitaria a tutti i livelli, liberando il potenziale per risolvere alcune delle più grandi sfide del settore. E noi di Carcinotech vogliamo fare lo stesso.

I nostri microtumori stampati in 3D affrontano alcune delle principali sfide del settore oncologico. Una delle principali sfide che abbiamo affrontato è la replica del microambiente tumorale per ottenere risultati più efficaci nello screening dei farmaci. Carcinotech ha superato questa sfida con continui sviluppi e sperimentazioni. In particolare, replicare il sistema immunitario dei pazienti all’interno del microambiente tumorale è un processo intricato e complesso. Grazie alla nostra ricerca abbiamo superato questo ostacolo principale e i nostri tumori stampati incentrati sull’immuno-oncologia sono sviluppati a partire dalle cellule immunitarie del paziente stesso, abbattendo questa barriera e facendo progredire la ricerca sul cancro.

Il processo di realizzazione dei tumori.

3DN: Qualche ultima parola per i nostri lettori?

Carcinotech sta attualmente cercando di stabilire partnership a lungo termine con aziende farmaceutiche e CRO nel settore dell’oncologia ed è intenzionata ad accelerare le tempistiche per trattamenti innovativi come terapie a base di mRNA, vaccini contro il cancro, immunoterapie ecc. Insieme ai partner giusti, possiamo garantire una migliore sopravvivenza e l’accesso ai trattamenti per ogni individuo affetto da cancro. Per saperne di più, visitate il nostro sito web QUI.

Cosa ne pensi di Carcinotech? Condividi la tua opinione sui nostri social Facebook e LinkedIn. Trovi tutti i nostri video sul nostro canale YouTube! Non dimenticare di iscriverti alla nostra Newsletter settimanale per ricevere tutte le notizie sulla stampa 3D direttamente nella casella di posta!

*Crediti per tutte le foro: Carcinotech

Lascia un commento

de_DEen_USes_ESfr_FRit_IT
Resta aggiornato
Ricevi ogni mercoledì un riassunto delle ultime notizie dal mondo della stampa 3D.

3Dnatives is also available in english

switch to

No thanks